Storia

Il fondatore Giuseppe Zambelli

Si scrive Edilcasa, ma si legge Vittorio Enrico Luigi Zambelli. Per tutti semplicemente Vittorio, la cui storia lavorativa inizia nel 1956, a soli dieci anni.

Ragazzo scaltro e arguto, dopo soli sei anni come operaio in cantiere, Vittorio decide di mettersi in proprio. Diventa così artigiano cottimista e coinvolge con sé in quest’avventura il padre Giuseppe e i fratelli Guido e Renato. Sono gli anni del boom economico e gli Zambelli imboccano la strada che porta in Svizzera, in cerca di lavoro e opportunità più remunerative.

Dopo aver assolto l’obbligo di leva Vittorio Zambelli sposa Delfina Rota e ritorna in Italia, sbarcando nel mercato edilizio di Milano, dove con il padre Giuseppe e il fratello Guido fonda l’Edilartigiana, iniziando subito con importanti commesse come l’aeroporto di Linate e la Standa a Milanofiori.

Vittorio Zambelli e la moglie Delfina Rota

L’azienda negli anni Settanta e Ottanta cresce sempre più. Entrano in società anche il fratello minore di Vittorio, Luigi, e nel 1987 i dipendenti si attestano attorno alle 30 unità, coadiuvate da squadre di rinforzi ogni volta che il lavoro aumenta. Nello stesso anno nasce l’Edilcasa e vengono inaugurati i lavori per la realizzazione degli stabilimenti della Biochimica Opos di Agrate e Rozzano (MI) e dell’Archimica di Origgio (VA).

Tante le opere realizzate negli anni grazie alle capacità imprenditoriali e lavorative e ad un’abile diversificazione del lavoro. Solo in questo modo la famiglia Zambelli ha potuto superare la crisi del mercato edile, mantenendo lo stesso entusiasmo e la professionalità di cinquant’anni fa.